Via Cap. Alessio 96/B - 36027 Rosà (VI) Italia
Listrop Viaggi & Turismo S.r.l.
0424 584911
Viaggi in aereo
Le magiche cittadine del

Messico Coloniale

Farfalle Monarca e Barrancas del Cobre
  • Messico Coloniale
  • Messico Coloniale
  • Messico Coloniale
  • Messico Coloniale

Un nuovo viaggio che porta alla scoperta della parte più affascinante e meno conosciuta del Messico Centrale. Tra chiese barocche, edifici e quartieri caratterizzati dalla tipica architettura coloniale, strette stradine che portano a scoprire tesori nascosti, mercati tipici dove confluiscono persone dai villaggi vicini, abbigliate con tipici tessuti, si potrà scoprire il cuore del Paese.  Infine il viaggio in treno più spettacolare e impervio del mondo per scoprire le Barrancas del Cobre, un gruppo di canyons grandiosi, burroni mozzafiato e cascate che esplodono tra le rocce, 652 km di impressionanti montagne, gole e viadotti, attraverso la Sierra Tarahumara nella culla della cultura raràmuri.
Un circuito totalmente fuori dai percorsi del turismo di massa, tra paesaggi grandiosi per scoprire il Messico autentico!

MAPPA ITINERARIO

Informazioni

PARTENZA
dal 27/01/2019
al 10/02/2019
PREZZO
€ 4.750,00
DURATA
15 giorni

PROGRAMMA GIORNALIERO

Ritrovo dei Signori Partecipanti ad ora e luogo da stabilire e partenza per l’Aeroporto di Venezia Marco Polo. Imbarco sul volo di linea Air France e partenza per Città del Messico, via Parigi. Arrivo, incontro con la guida locale, trasferimento in hotel, cena e pernottamento.
Pensione completa. Mattinata dedicata alla visita di Città del Messico, in particolare gli edifici attorno alla Piazza dello Zocalo, tra cui il Palazzo Nazionale, con i murales di Diego Rivera, la Cattedrale, le rovine del Tempio Major. Nel pomeriggio partenza per Zitacuaro nello stato di Michoacan. Arrivo in un rilassante rancho, per la cena e il pernottamento in un rilassante scorcio della Sierra Madre Occidentale.
Pensione completa. Partenza al mattino per raggiungere uno dei santuari della farfalla monarca, testimonianza di una natura meravigliosa. Ogni anno queste farfalle migrano per 2500 miglia, dagli Stati Uniti e dal Canada verso la Sierra Madre Occidentale nel centro del Messico. L’accesso a queste aree remote è solo a piedi, ma lo spettacolo travolgente di milioni di farfalle che riempiono il cielo, premia l’escursione. Al termine proseguimento per Quertaro, con una breve sosta nel paesino di Tlalpujahua, dichiarato Pueblo Magico, arroccato su una collina, dove spicca un’imponente chiesa. Arrivo in serata a Quertaro, sistemazione in hotel e pernottamento.
Pensione completa. Mattinata dedicata alla visita di Quertaro, città coloniale dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. La città, ricca di monumenti coloniali situati lungo strade incantevoli, piazze vivaci e un acquedotto monumentale, ha avuto un ruolo importante nel corso della storia messicana sin dalla sua fondazione nel 1531. Nel pomeriggio si parte per San Miguel Allende, così chiamata in onore di uno dei padri della Indipendenza del Messico. La pittoresca cittadina si presenta piena di colori con strade acciottolate e un’imponente chiesa parrocchiale, icona del Gothic Revival. Al termine proseguimento per Guanajuato, con breve tappa nel centro storico di Dolores Hidalgo, conosciuta come la culla dell’Indipendenza, da dove Padre Hidalgo ha dato il famoso “Grito” (grido di libertà), settembre del 1810. Arrivo in serata a Guanajuato, sistemazione in hotel e pernottamento.

Pensione completa. Immersa tra le montagne, Guanajuato è famosa per le sue strade strette e tortuose, piazzette, strade sotterranee e magnifici edifici, che rivelano un fascino unico e la classificano come un sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. La scoperta delle ricche vene d’argento nel XVIII secolo, promosse la costruzione di questa magnifica città. La miniera Valenciana è stata una delle più ricche della storia. Visita a piedi del centro storico, passeggiando tra le strette stradine si potrà ammirare l’antico Teatro Juarez, le numerose chiese barocche, l’imponente scalinata dell’università e numerosi altri edifici storici. La sera si potrà godere di una callejonada passeggiando per la zona della calle del beso.

Pensione completa. Partenza per Morelia capitale di Michoacan, uno stato conosciuto come “lo spirito del Messico”. Lungo il percorso sosta a Cuitzeo per visitare un bel monastero agostiniano. Al termine continuazione per Morelia, detta la “aristocratica delle città coloniali” e “la città rosa” per il colore delle pietre degli edifici. Anche questa città è dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall'UNESCO. In contrasto con le strette vie arrampicate di Guanajuato, Morelia ha ampi viali che riflettono perfettamente la pianificazione urbana, fiancheggiati da oltre 200 maestosi palazzi con in primo piano la Cattedrale ed un magnifico acquedotto. Visita della città, in particolare il Palazzo del Governo, con i Murales di Alfredo Zalce, il museo dell’artigianato e del caramello messicano. In serata sistemazione in hotel e pernottamento.
Pensione completa. Giornata dedicata alla cultura Purepecha, con la visita di affascinanti villaggetti e della pittoresca cittadina coloniale di Patzcuato. La prima fermata è a Tzintzuntzan, antico centro dell'impero Purepecha. Visita del sito archeologico, il convento dell’epoca coloniale costruito con pietre delle piramidi e il famoso mercato locale. Si costeggia poi il lago Janitzio avvistando villaggetti indigeni. Ovunque si può incorrere in una processione oppure danze tradizionali. Arrivo a Patzcuaro, cittadina suggestiva con strade di ciottoli e case parzialmente imbiancate con portici e porte in legno. Passeggiata per le belle piazze, visita della cattedrale, la casa degli 11 patios, e la biblioteca con un murales di Juan O’Gorman. Al termine rientro in hotel a Morelia.
Pensione completa. Partenza per Guadalajara, la seconda città più grande del Messico e culla dei Mariachi e della Tequila. All’arrivo visita al famoso centro artigianale di Tlaquepaque e pranzo in ristorante tipico accompagnati dalla musica dei mariachi. Pomeriggio dedicato alla visita della città, in particolare i famosi murales di Orozco situati nell’Ospicio Cabañas, un sito dell’UNESCO, il Teatro Degollado e la Cattedrale. Al termine sistemazione in hotel e pernottamento.
Pensione completa. Di primo mattino trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Los Mochis. Arrivo e trasferimento a El Fuerte, cittadina coloniale importante nella storia della regione all’epoca delle miniere d’argento. Sosta in un villaggetto abitato dall’etnia Mayo, che mantiene tutt’ora canti e balli tradizionali tra cui il famoso “baile del venado” (la danza del cervo). Nel tardo pomeriggio escursione in gommone su El Fuerte, un fiume impetuoso fiancheggiato da vegetazione tropicale con abbondante vita silvestre. Al termine sistemazione in hotel. Serata musicale in albergo. Pernottamento.
Pensione completa. Nelle prime ore del mattino trasferimento alla linea ferroviaria ChePe (Chihuahua-Pacífico) per un viaggio in treno considerato tra “i più spettacolari del mondo”. Questa opera di altissima ingegneria attraversa la regione delle Barrancas con un totale di 85 gallerie e 37 ponti. Si inizia il viaggio in una “foresta di spine”, poi il treno si arrampica fino ad arrivare ai 2,300 metri tra pini e querce. Las Barrancas del Cobre (Canyon del Rame) comprende un sistema di 11 canyon, più esteso e in parte più profondo del Gran Canyon. Arrivo a Divisadero, da dove si gode di un panorama meraviglioso sui tre canyons. Questi canyon sono abitati dagli indigeni Raramuri (detti Tarahumara dagli spagnoli) i quali si mantengono tuttora molto aggrappati alle loro tradizioni autoctone. Vivono nelle grotte oppure in capanne costruite con i tronchi affianco a piccoli orti di mais e fagioli. Le donne nei loro abiti vistosi si radunano nelle zone turistiche per offrire i loro manufatti, specialmente i cestini elaborati con aghi di pino ed agavi. Sistemazione in hotel e pernottamento.

Pensione completa. Partenza verso il fondo di una delle Barrancas, per un’avventura che ci allontana dai circuiti turistici e ci porta al passato. Si parte per Batopilas al fondo del canyon omonimo. Lungo la strada si fa una sosta nel villaggio di Cusarare per visitare la bella e semplice missione dove i Tarahumara praticano una versione distorta del cattolicesimo. La discesa a Batopilas è un susseguirsi di tornanti, con panorami che si aprono sulle voragini delle barrancas con cambi di vegetazione assumendo caratteristiche tropicali. Il canyon si restringe e al fondo si stende il paesino di Batopilas. Dal 1700, la scoperta di ricche vene d’argento crearono una cittadina ricca e popolosa, la seconda nel Messico a ricevere energia elettrica. Oggi, i palazzetti sono per lo più in rovina, ma il remoto paesino che si allunga sul fiume, la imponente missione di Satevo edificata nei dintorni, e la presenza dei timidi Tarahumara che portano tuttora gli abiti tradizionali, crea un ambiente suggestivo. Sistemazione in hotel e pernottamento.

Pensione completa. In mattinata visita dell’imponente missione di Satevo. Al termine viaggio di risalita verso l’altipiano, con sosta al Lago Arareco e al villaggio di San Ignacio. Visita alla chiesetta della missione, una bella costruzione armoniosa in pietra, e ad una delle abitazioni trogloditiche in grotte naturali, dove vivono tutt’ora alcuni di questi indigeni. Si arriva infine a Creel, la cittadina più importante della Sierra, capoluogo del commercio soprattutto del legname. I Tarahumara provenienti da zone lontane ci vengono per scambiare (o acquistare) i loro prodotti. La strada principale è piena di negozietti sistemati nelle case variopinte; anche Creel fa parte delle “cittadine magiche”. Sistemazione in hotel e pernottamento.

Pensione completa. Partenza per l’esplorazione della Barranca di Basaseachi, dove si trova l’omonima cascata alta circa 250 metri, la più alta del Messico con acqua permanente. Al termine proseguimento per Ciudad Chihuahua, capitale dello stato. Scendendo dalla montagna si entra in una pianura sconfinata. Le grandi praterie si convertono in distese infinite di coltivazioni e allevamenti di bestiame, in fattorie perfettamente allineate con casette tutte identiche. É una colonia di Mennoniti, immigranti tedeschi che mantengono tuttora un rigido stile di vita. Arrivo a Chihuahua e visita dell’imponente cattedrale barocca costruita con i benefici delle ricche miniere. Sistemazione in hotel e pernottamento.

Prima colazione in hotel. Tempo a disposizione e trasferimento in aeroporto per il volo per Città del Messico. Arrivo e proseguimento con volo in coincidenza per Parigi. Pasti e pernottamento a bordo.

Arrivo a Parigi e proseguimento con volo in coincidenza per Venezia. 

INCLUSO
  • trasferimenti da e per gli aeroporti in Italia e all’estero
  • volo aereo di linea in classe economica, franchigia bagaglio di 23kg a persona
  • tasse aeroportuali e carburante alla data del 30.06.2018
  • i voli interni messicani
  • sistemazione in hotel 3-5 stelle, in camere doppie con servizi
  • pensione completa come da programma
  • pullman in base ai partecipanti
  • guida locale parlante italiano come da programma
  • tutti gli ingressi previsti a programma
  • mance per guida e autista
  • assicurazione medico / bagaglio
  • accompagnatore Listrop
ESCLUSO
  • le camere singole, suppl. di €   900,00
  • le bevande ai pasti
  • eventuali adeguamenti valutari / carburante
  • gli extra in genere
NOTE

Polizza annullamento viaggio (obbligatoria)  €   152,00

DOCUMENTO INDISPENSABILE: PASSAPORTO CON VALIDITA’ RESIDUA DI ALMENO 6 MESI DALLA DATA DI RIENTRO

All'iscrizione acconto di euro 1200,00

La quota è stata calcolata in base al cambio del dollaro USA alla data del 30.05.2018. Eventuali oscillazioni del cambio, la quota sarà adeguata.

Potrebbe intessarti anche

Capitali Baltiche, Helsinki, San Pietroburgo e Mosca

€ 1.860,00
03/06/2019
SCOPRI DI PIÙ >
Loading...